Calde estati americane (che non vidi mai)

l’estate filtra oltre le tende
tra le mani
la storia del Girardengo appena più basso e rock
nell’aria la musica
di calde estati americane
che non vidi mai
narrate dalla Sacerdotessa

riscopro la vita
per quella che sembra
la centesima volta
e il battito del cuore
è il ritmo del basso

fiori nei capelli
anelli
tatuaggi ribelli
veli colorati come le porte da sfondare
il paradiso in denim della beat generation

strano come
il passato del mondo
che non ho vissuto mai
mi renda così viva

di nuovo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...